BEAMAT Blog | Firma Digitale: cos’è e come funziona

Firma Digitale: cos’è e come funziona

Firma Digitale: cos’è e come funziona

Beamat – Firma Digitale: cos’è e come funziona

Sempre più diffusa ed utilizzata, specialmente in quest’epoca di transizione digitale, la Firma Digitale rappresenta una grande opportunità per privati, professionisti e aziende.
Ma cos’è la Firma Digitale? E come funziona?

Pratica, innovativa, economica e dematerializzata: questi sicuramente sono alcuni tra i vantaggi della Firma Digitale.>
Ma questo non basta per farci capire fino in fondo perché si usa la Firma Digitale.
Oggi quindi, qui sul Blog di Beamat, scopriremo tutto quello che c’è da sapere sulla Firma Digitale e il suo utilizzo.

Cos’è la Firma Digitale e come si usa

La Firma Digitale è il risultato di una procedura informatica basata su tecniche crittografiche che consente di associare in modo indissolubile la firma a un documento informatico.

È il risultato di un procedimento informatico che si basa su 3 concetti portanti:

  • Autenticità, per garantire che chi ha firmato un documento si è assunto anche la responsabilità del suo contenuto dello stesso
  • Integrità, che dimostra che un documento non è mai stato modificato, dal momento in cui viene firmato sino al momento in cui viene utilizzato
  • Non ripudio, che impedisce a chi ha firmato un documento mediante Firma Elettronica di disconoscerlo

E anche se molti pensano che questo strumento abbia solo un valore professionale, in realtà la Firma Digitale è utilissima anche a livello privato.
Sono infatti sempre di più gli utilizzi che se ne fanno, specialmente in un momento storico come quello che stiamo vivendo, in cui sono tante le azioni, i servizi e i percorsi burocratici che si stanno digitalizzando.

Alcuni esempi di impiego della Firma Digitale, sia a livello professionale che personale sono:

  • Firmare contratti
  • Firmare fatture
  • Firmare bilanci
  • Firmare dichiarazioni e atti costitutivi
  • Firmare ordini d’acquisto
  • Firmare verbali di riunioni
  • Firmare comunicazione con la Pubblica Amministrazione, come ad esempio la Camera di Commercio, il Comune, l’Inail e l’Inps.

In alcuni casi, la Firma Digitale è addirittura obbligatoria, come ad esempio per ottenere un finanziamenti o partecipare a bandi pubblici.

Cos’è la Firma Digitale Remota?

La Firma Digitale Remota è una firma digitale che non prevede l’istallazione di nessun hardware e consente di firmare in modo rapido e digitale documenti di vario genere, come ad esempio contratti, comunicazioni con la PA e fatture.

Anch’essa garantisce autenticità, integrità e validità legale, e quindi si tratta anche in questo caso di uno strumento assolutamente sicuro.

Che differenza c’è tra Firma Digitale e Firma Digitale Remota?

La principale differenza tra la Firma Digitale e la Firma Digitale Remota è che, mentre la firma digitale necessita di un lettore fisico e di una smart card contenente i certificati di firma per poter essere usata, per la firma digitale remota basta avere un dispositivo connesso ad internet, dove poter caricare un software specifico per la firma e un’app per la generazione di una OTP (One Time Password).

Entrambe le firme vengono rilasciate con una procedura di riconoscimento che ha come scopo quello di garantire l’identificazione del titolare della firma.

Chi garantisce l’identificazione del titolare di una firma?

A riconoscere il titolare di una firma digitale è un operatore di riconoscimento accreditato e formato dal proprio Gestore del servizio.
Si tratta di un riconoscimento “de visu”, che si può eseguire anche online, in pieno stile digitale.

Come si garantisce la sicurezza e la validità della firma digitale?

A garantire la sicurezza e la validità di una Firma Digitale è proprio il funzionamento stesso del sistema attraverso cui la firma viene generata e usata.
Il sistema di firma digitale è basato su una codifica crittografica completamente trasparente per l’utente del servizio, ma complessa, così da garantire l’integrità e l’autenticità della firma.

Vengono infatti prodotte due chiavi crittografiche: una privata, a cui solo il titolare della firma ha accesso, e una pubblica, che permette ai riceventi di documenti firmati di verificare l’effettiva validità della firma digitale apposta.

Come imparare a utilizzare la Firma Digitale

Per imparare ad utilizzare al meglio la firma digitale, specialmente per chi si trova ad usare la firma digitale per lavoro, è importante non solo seguire un corso, ma anche certificare le competenze acquisite.
Questo permetterà inoltre di accrescere le proprie skills curriculari.

In alcuni ambiti, la certificazione di queste conoscenze è addirittura obbligatoria, tanta è l’importanza della Firma Digitale.

Come fare quindi a certificare le proprie competenze sulla Firma Digitale?
Un esempio è il Corso in Firma Digitale e Posta Elettronica Certificata (altro strumento di lavoro sempre più richiesto e importante).

L’obiettivo di questo percorso di formazione è proprio quello di fornire tutte le conoscenze necessarie relative alla Firma Digitale e alla PEC, sia in termini di aspetti operativi, sia a livello di caratteristiche legali.
I corsisti impareranno quindi non solo il funzionamento della Firma Digitale, ma anche i certificati e il ruolo degli enti certificatori, il suo indirizzo pratico e il software utilizzato per apporla.

Per supporto e informazioni

Per maggiori informazioni sulla Firma Digitale o sul corso per certificare le proprie conoscenze, non esitate a contattarci a info.corsi@beamat.it

Articolo di BEAMAT
BEAMAT
La Redazione di Beamat si impegna ogni giorno per approfondire le tematiche più importanti del mondo del lavoro, dell’educazione e dell’innovazione.
La mission è ben precisa: contribuire a una Cultura Digitale utile, consapevole e sicura.

Questo sito fa uso di cookie tecnici propri e di terze parti, per finalità analitiche e statistiche. Cliccando su , chiudendo questo banner, proseguendo nella navigazione o compiendo altra azione positiva su questa pagina web il visitatore acconsente all'utilizzo dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'utilizzo di determinati cookie, consultare la privacy policy: Leggi di più