Fake News: gestire le informazioni con ICDL Information Literacy

Fake News: gestire le informazioni in rete con ICDL Information Literacy

Fake News: gestire le informazioni in rete con ICDL Information Literacy

Beamat – fake news gestire informazioni in rete icdl information literacy certificazione | Beamat

Nell’epoca delle famigerate fake news, sapere come districarsi tra le informazioni online e sapere come fare a riconoscere le notizie vere da quelle, appunto, false, è una skill ormai ricercatissima, che non fa che arricchire il curriculum di un professionista, indipendentemente non solo dall’ambito in cui egli lavora, ma anche dal ruolo che ricopre all’interno di un’azienda o di un team di lavoro.

Non si tratta, infatti, solo di una importante skill professionale, ma anche di una skill umana, ossia una delle così dette soft skill, che ci permette di arricchire anche il nostro bagaglio personale, oltre che a rendere meglio sul lavoro.

E se da un lato le fake news diventano sempre più (in)credibili e articolate, la buona notizia è che questa capacità può essere appresa e affinata, grazie ad un programma di certificazione sulle informazioni in rete e sulle fake news, che copre i concetti e le competenze essenziali riguardo alle informazioni online.
Così, se vi state chiedendo come fare a riconoscere una fake news, siete nel posto giusto!

Oggi infatti parliamo della certificazione ICDL Information Literacy, proposta da Beamat in collaborazione con AICA - Associazione Italiana per l’Informatica e il Calcolo Automatico, corso che ha come obiettivo proprio quello di preparare i professionisti di ogni settore a districarsi nel mondo delle fitte informazioni online, riconoscere i dati di valore e saper valutare le informazioni presenti sul web a prescindere dall’argomento.

Perché seguire un corso su come riconoscere le fake news?

Probabilmente molti di voi si staranno chiedendo perché seguire un corso per certificarsi su come riconosce le fake news, invece che semplicemente impratichirsi da soli?

Di base la risposta è semplice: esattamente perché impratichirsi da soli è diventato impossibile.

I dati disponibili online, infatti, non solo sono cresciuti esponenzialmente, ma si sono anche articolati in modo tale che è diventato impossibile distinguere dati reali da fake news.

Questa però è una distinzione essenziale per chi svolge ricerche durante il proprio lavoro, ed ecco perché è bene affrontare un training apposito, che aiuti a svolgere le proprie ricerche in maniera efficace e produttiva.

Consigliamo quindi a tutti coloro che vogliono assicurarsi di svolgere il proprio lavoro di ricerca in maniera professionale ed efficace di seguire questo modulo in ICDL Information Literacy, adatto a tutti gli ambiti di lavoro e a tutti i ruoli professionali.

Come si può evincere dal nome di questa certificazione, Information Literacy significa Alfabetizzazione delle Informazioni online.

Si tratta quindi di un modulo che permette di imparare a leggere le informazioni online, analizzandole e interpretandole correttamente, un po’ come quando si impara una nuova lingua.
Si può infatti dire che quello del web sia un vero e proprio linguaggio, che va saputo leggere e interpretare nel giusto modo.

Obiettivi della certificazione ICDL Information Literacy

Il fine ultimo del Modulo ICDL Information Literacy è quello di fornire a chi lo segue le competenze fondamentali in merito a questo nuovo linguaggio del web e alle fake news che ormai dilagano ovunque.

Nello specifico, questa certificazione sull’interpretazione delle informazioni online mira a certificare:

  • Le migliori pratiche in cultura dell’informazione
  • Le competenze e le conoscenze chiave per ricercare e valutare le informazioni, gli argomenti e i dati presenti online, per ogni tipo di argomento
  • Le competenze e le conoscenze per organizzare i risultati di ricerca in modo ben strutturato e correttamente espresso

A certificare queste competenze è la Fondazione ICDL, un’impresa sociale globale che, da più di 20 anni, si adopera per lo sviluppo sicuro e professionale delle competenze digitali delle persone, indipendentemente dal settore professionale.

Come si ottiene la certificazione ICDL Information Literacy

Al termine della formazione, i partecipanti al modulo affronteranno il test di certificazione Information Literacy, che prevede 36 domande, sia teoriche che pratiche, per rispondere alle quali si hanno a disposizione 45 minuti di tempo.

Per poter procedere è necessario avere la Skills Card ICDL, che ha validità illimitata.
Una volta superato con successo l’esame, il candidato potrà richiedere un attestato specifico in Information Literacy.

Per maggiori informazioni

Per maggiori informazioni sul Modulo ICDL Information Literacy e su come potersi certificare, non esitate a contattarci a info.corsi@beamat.it: il nostro team è pronto a fornirti tutte le informazioni di cui hai bisogno, rispondere alle tue domande e affiancarti nel tuo percorso verso la certificazione.

Articolo di BEAMAT
BEAMAT
La Redazione di Beamat si impegna ogni giorno per approfondire le tematiche più importanti del mondo del lavoro, dell’educazione e dell’innovazione.
La mission è ben precisa: contribuire a una Cultura Digitale utile, consapevole e sicura.

Questo sito fa uso di cookie tecnici propri e di terze parti, per finalità analitiche e statistiche. Cliccando su , chiudendo questo banner, proseguendo nella navigazione o compiendo altra azione positiva su questa pagina web il visitatore acconsente all'utilizzo dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'utilizzo di determinati cookie, consultare la privacy policy: Leggi di più