BEAMAT Blog | Project Management: la chiave di volta la ripresa del sistema Italia

Project Management: la chiave di volta la ripresa del “sistema Italia”

Project Management: la chiave di volta la ripresa del “sistema Italia”

Project Management: la chiave di volta la ripresa del sistema Italia

Il Project Manager è la figura professionale responsabile della gestione e della conduzione operativa di un team verso il raggiungimento di specifici obiettivi che possono essere sintetizzati in: cosa devo fare in quanto tempo e a quali costi.

Saper organizzare il lavoro del team mantenendo in equilibrio tempi e costi, richiede esperienza e notevoli capacità gestionali nonché relazionali, soprattutto in progetti di grandi dimensioni sia per durata e sia per dimensioni economiche. Spesso si associa al progetto un indice di strategicità che impatta sulla priorità che le attività del progetto hanno sulle altre attività di progetti meno strategici o sulle attività di processo più routinarie.

Oltre alla caratteristica dimensionale esiste anche l’importanza del progetto per l’organizzazione o l’azienda o il sistema paese che ne è responsabile, l’importanza che spesso si traduce con un valore di priorità ha un’ulteriore caratteristica che è l’innovazione associata e quindi l’impatto del progetto una volta concluso.

In generale si può dire che il ruolo del project manager risulta tanto incisivo quanto determinante, specie se parliamo di Recovery Plan o meglio dei suoi contenuti di dettaglio, infatti questi sono da considerarsi attualmente una leva per la ripresa del nostro Paese.

All’Italia, infatti, servono project manager e in grado di gestire i singoli progetti, se si vogliono cogliere appieno le opportunità offerte dal Recovery Fund Europeo: in quest’ottica, l’approccio del project management può risultare la vera chiave di volta.

Per accedere ai finanziamenti europei (legati al recovery fund) e per utilizzarli al meglio è indispensabile porre da subito la massima attenzione sulla capacità di sviluppare, nei tempi previsti, i programmi e i progetti finalizzati al raggiungimento degli obiettivi definiti.

Il Project Manager è in grado di gestire le attività legate a tali finanziamenti e di controllarne la corretta utilizzazione, di verificare la realizzazione dei risultati nei tempi previsti nonché l’effettivo conseguimento dei benefici attesi.

È dunque indispensabile il potenziamento delle strutture dei soggetti attuatori (pubbliche amministrazioni centrali e locali, enti ed aziende pubbliche e private) con l’inserimento di personale con adeguata competenza tecnica, conoscenza metodologica e capacità personali (soft skill), al fine di aumentare la capacità di gestire efficacemente i progetti finanziati con i fondi europei, cercando anche di attuare in modo efficace la de-burocratizzazione di natura amministrativa (ad esempio la corretta preparazione e pianificazione della procedura di appalto evita il rischio di condizionare negativamente lo svolgimento e la durata delle fasi successive).

Per ricoprire questo ruolo non è necessariamente richiesto un particolare titolo di studio, mentre è auspicabile un attestato delle competenze come La certificazione AICA-EPM (European Project Management), la quale attesta conoscenze, abilità e competenze nell’ambito del Project Management sulla base dello standard UNI 11648:2016.

Articolo di BEAMAT
BEAMAT
La Redazione di Beamat si impegna ogni giorno per approfondire le tematiche più importanti del mondo del lavoro, dell’educazione e dell’innovazione.
La mission è ben precisa: contribuire a una Cultura Digitale utile, consapevole e sicura.

Questo sito fa uso di cookie tecnici propri e di terze parti, per finalità analitiche e statistiche. Cliccando su , chiudendo questo banner, proseguendo nella navigazione o compiendo altra azione positiva su questa pagina web il visitatore acconsente all'utilizzo dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'utilizzo di determinati cookie, consultare la privacy policy: Leggi di più