Beamat – Il Blog | Anniversario GDPR: cosa è cambiato e come aggiornarsi

Please enable JS

Blog

Anniversario GDPR: cosa è cambiato e come aggiornarsi

Buon compleanno GDPR: cosa è cambiato e come aggiornarsi

Jun 06/Beamat
Beamat – Il Blog | Anniversario GDPR: cosa è cambiato e come aggiornarsi

GDPR. È passato un anno da quando la nuova normativa europea sulla privacy è entrata in vigore. E noi di Beamat, dopo averne tanto parlato attraverso post e consulenze private, aiutandovi a capire come funzionasse la nuova tutela dei dati personali, pensiamo che sia giunta l’ora di fare il punto!

GDPR: cosa è cambiato?

Sicuramente, da un anno a questa parte, il GDPR ha rivoluzionato l’approccio e la sensibilità delle aziende e dei cittadini ai temi della privacy e della sua tutela.
Tutti sono diventati molto più consapevoli rispetto a quali sono i rischi che si corrono se non si proteggono debitamente i propri dati personali, o quelli dei propri clienti e dipendenti.

E se da un lato in alcuni casi si è solo compreso che un rischio esiste e che è meglio prevenirlo, ma ci si è limitati a seguire alla lettera le procedure previste dalla normativa europea sulla tutela della privacy, sono davvero tanti i professionisti che hanno deciso di vederci chiaro, e di capire a fondo di cosa si tratta e come fare per agire nella maniera più efficiente, smart e sicura di tutte.

Sono state tante le aziende, ma anche i liberi professionisti che ci hanno contattato per aggiornarsi professionalmente e trovare risposte alle loro domande sul GDPR.
Di sicuro a cambiare è la maturità che si è sviluppata nel mondo del lavoro in merito a questo tema, qualunque sia il settore di riferimento.

Certo, c’è ancora chi lo considera solo un borioso iter da seguire, che appesantisce il lavoro, ma sono sempre di più coloro che hanno ben chiaro che non è esattamente così, e che si tratta invece di una vera e propria vittoria per la sicurezza di tutti.

Non solo, in molti casi si tratta anche di uno strumento per favorire lo sviluppo economico e creare nuovi posti di lavoro, generando vantaggi sotto tutti i punti di vista e salvaguardando l’identità e il lavoro di tutti.

Insomma, il GDPR è proprio una garanzia sotto tutti i punti di vista e in tutti i sensi.
A comprovarlo è stato l’Eurobarometro diffuso dalla Commissione europea in occasione di questo primo anniversario.
In un’interessante panoramica, si analizzano i dati Paese per Paese in merito alla consapevolezza riguardo al GDPR e la sua positività per tutti noi.

Purtroppo, l’Italia non è in buona posizione: con solo il 49% dei cittadini informati in merito, si trova in coda, ma comunque meglio rispetto al 44% della Francia.
Il Belgio invece conquista un po’ di consapevolezza in più con il suo 53%, superato dal 58% di Grecia e Cipro.

In cima al podio la consapevolissima Svezia, con il 90%, seguita a pochi passi dall’87% dell’Olanda, dall’86% della Polonia e dall’85% della Repubblica Ceca.

Parlando di Europa da un punto di vista più generale e collettivo, risulta che solo il 57% dei cittadini dell’Unione sa che nel proprio Paese esiste una figura professionale che si occupa di proteggere i dati personali della popolazione.
E per quanto non sia ancora molto, è comunque una consapevolezza aumentata del 20% rispetto al 2015.

Sicuramente il cambiamento più grande si riscontra sulla priorità che ora la privacy ricopre in tutte le aziende e i consigli d’amministrazione d’Italia e d’Europa.
L’importanza che la privacy ricopre all’interno di un’azienda - grande o piccola che sia - è anche diventato un metodo di misura dell’affidabilità e della professionalità dell’azienda in questione, un parametro che viene preso sempre più in considerazione dai clienti di ogni settore.

D’altra parte, la Pubblica Amministrazione diventa più sicura e organizzata, e anche i privati cittadini si sentono più tutelati.

Quali sono i prossimi passi da compiere per il GDPR e come fare?

Gli step da coprire per il futuro sono due: aumentare le percentuali di consapevolezza, portandole al top europeo, e far comprendere a tutti la stretta correlazione presente tra il GDPR e lo sviluppo economico di un’azienda e di un Paese.

Se infatti molti ancora la vedono come una mera pratica burocratica, un obbligo a cui adempiere, si tratta di uno strumento di enorme crescita: capire questo passaggio può davvero portare a un miglioramento in qualsiasi tipo di azienda e settore, migliorando servizi e qualità del lavoro.

Ma come fare a migliorare le proprie prestazioni e la propria consapevolezza rispetto al nuovo GDPR?
La soluzione è molto semplice, e proprio noi di Beamat siamo tra le aziende leader in Italia a fornirla!

Parliamo di corsi di aggiornamento professionale sul GDPR, la tutela della privacy e come fare a rendere la protezione dei dati personali un punto di forza e di crescita economica per un’azienda.

Beamat – Il Blog | Anniversario GDPR: cosa è cambiato e come aggiornarsi

Come migliorare le proprie conoscenze sul GDPR

I corsi di aggiornamento professionale sul GDPR e la protezione dei dati personali proposti da Beamat, azienda leader in Italia per la formazione in questo ambito, sono pensati appositamente per soddisfare le necessità e le modalità di un professionista o di un’azienda che mira a formare i propri dipendenti.
Possono essere erogati in base alle singole necessità, e customizzati in base alle richieste.

Ma vediamo subito quali sono i migliori corsi per aggiornarsi sul GDPR.

Corso in Protezione dei Dati Personali - GDPR, Privacy e Sicurezza

Questo corso in Protezione dei Dati Personali consiste principalmente nel confrontare e verificare le proprie conoscenze in materia di GDPR, informatica giuridica e diritto ICT, per poi aggiornarle ed esprimere al massimo le proprie competenze e potenzialità in merito.

Questo corso di aggiornamento professionale è destinato a tutti coloro che si ritrovano a maneggiare dati personali e a doverli proteggere - ma proteggere anche se stessi.

La finalità ultima è ovviamente quella di creare una consapevolezza sempre maggiore e più approfondita, assicurandosi che tutti i partecipanti comprendano la necessità di proteggere i dati personali di ogni cittadino.

Ad essere esaminate e apprese saranno le norme generali che regolano il trattamento dei dati personali, così come richiesto dal nuovo Regolamento europeo sulla Privacy (UE 2016/679), ma anche la sua evoluzione, le autorità di controllo e il comitato europeo per la protezione dei dati, quali sono gli specifici settori di trattamento e gli obblighi generali del Titolare del trattamento.
La durata totale del corso è di 16 ore, suddivisibili in moduli da 4 o da 8 ore giornaliere, a seconda delle necessità.

Al termine del corso, ai partecipanti che completeranno il test con successo, sarà rilasciato un attestato che rappresenta la credenziale che dimostreranno, durante le ispezioni svolte dall’Autorità Garante direttamente o tramite il Nucleo Privacy della Guardia di Finanza, di avere le conoscenze adeguate sulla nuova normativa Privacy, così come richiesto dal regolamento Europeo.
Inoltre, per i candidati sarà possibile iscriversi e partecipare ad una prova d’esame per acquisire il Certificato “Protezione Dati Personali - GDPR, Privacy e Sicurezza” rilasciato da AICA.

Corso in IT Security - Certificato ECDL Specialised Level

Questo corso in IT Security proposto da Beamat è rivolto a tutti i professionisti, liberi o dipendenti di un qualsiasi tipo di azienda, che si ritrovano a maneggiare dati personali e a proteggerli.

La finalità è quella di sviluppare e approfondire al massimo la consapevolezza dei rischi nell’utilizzo di strumenti informatici in relazione alla tutela della privacy, e a quali sono le modalità per prevenirli e gestirli.
Questa competenza si rivela necessaria sia per quanto riguarda l’utilizzo del singolo personal computer, sia per quanto riguarda le reti informatiche aziendali e delle organizzazioni.

Un professionista che si ritrova a contatto con dati personali e la loro tutela deve necessariamente conoscere metodi e approcci per una corretta gestione degli strumenti informatici, che sia a norma rispetto alle direttive nazionali ed europee.

La durata del corso è di un totale di 8 ore, suddivisibili in moduli da 4 o da 8 ore giornaliere a seconda delle necessità.

Per i partecipanti, incaricati al trattamento di dati personali, l’attestato rappresenta la credenziale che dimostreranno, durante ispezioni svolte dall’Autorità Garante direttamente o tramite Il Nucleo Privacy della Guardia di Finanza, di avere le conoscenze adeguate sulle misure di sicurezza informatiche, così come richiesto dal Regolamento Europeo.
Inoltre il candidato ha la possibilità di iscriversi e partecipare ad una prova d'esame per acquisire il Certificato “IT Security” rilasciato da AICA.

Informazioni, supporto e consulenza

Per maggiori informazioni sui corsi di aggiornamento sul GDPR e la tutela della privacy, per supporto o per una consulenza su quale sia il corso più adatto a voi, non esitate a contattare il nostro team a formazione@beamat.it oppure telefonando allo 06-92929375.
Vi aspettiamo, per aumentare insieme competenze e consapevolezza!

Le notizie

Cookies

In base alla normativa in materia di privacy applicabile Beamat S.r.l., titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito, informa l’utente che tale sito web utilizza cookie di profilazione di terze parti al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso. Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa l’informativa cookies completa.