Please enable JS

Blog

Amministrazione Digitale, tra Dematerializzazione e Firma Digitale

Amministrazione Digitale, tra Dematerializzazione e Firma Digitale

Jul 09/Alice Bellini
Amministrazione Digitale, tra Dematerializzazione e Firma Digitale

Parliamo spesso qui sul Blog di Beamat di cambiamenti nel mondo del lavoro e di quelle che sono le innovazioni e rivoluzioni più importanti a cui tutti i settori stanno andando incontro a fronte dei processi di digitalizzazione sempre più importanti e innovativi.

Il mondo della Pubblica Amministrazione non è ovviamente da meno, anzi.
L’Agenda Digitale dell’Italia è ben settata sul raggiungimento degli standard posti dall’Europa.
L’intenzione è quella di velocizzare i processi e non rimanere indietro come spesso purtroppo accade nel nostro Paese per mancanza di risorse adeguate.

Per risorse intendiamo sia gli strumenti tecnici, che le conoscenze dei professionisti che operano all’interno di un settore: troppo spesso le skill richieste a livello digitale non combaciano con quelle che sono le reali capacità dello staff di un’azienda, incluso il più esperto e capace nel proprio lavoro.

Ecco perché la digitalizzazione della Pubblica Amministrazione deve andare di pari passo con un aggiornamento professionale costante e certificato dei professionisti coinvolti.

Ma quando si parla di Pubblica Amministrazione, quali sono i cambiamenti digitali più importanti e sui quali certificare le proprie competenze? In definitiva, se ne possono individuare tre che in questo momento caratterizzano l’ambiente della PA.

Dunque, senza indugiare oltre, scopriamo subito quali sono queste innovazioni e come fare ad aggiornarsi in merito.

La Firma Digitale e la Posta Elettronica Certificata (PEC)

In parole molto semplici, la firma digitale è l’equivalente informatico della classica firma, unica e irripetibile, che appartiene a ognuno di noi e con la quale validiamo documenti di ogni genere.

In termini più complessi e informatici, si tratta di uno schema matematico che dimostra l’autenticità di un messaggio o di un documento digitale inviato attraverso un canale non sicuro.

La firma digitale serve tre scopi principali: quello di garantire al destinatario che il mittente del messaggio è autentico (dunque uno scopo di autenticazione), quello di assicurarsi che il mittente non possa negare di aver inviato tale messaggio o documento (dunque uno scopo di non ripudio) e quello di assicurare che il messaggio o documento in questione non sia stato alterato durante il percorso dal mittente al destinatario (dunque uno scopo di integrità).

In questo modo, la firma digitale garantisce piena validità legale al documento o messaggio in questione.

Essa si basa su dei protocolli crittografici usati normalmente nell’ambito dei software, nelle transizioni finanziarie, e in generale nei casi in cui ci sia bisogno di rivelare, laddove presente, alterazione o falsificazione di un messaggio o di un documento.

La PEC invece, ovvero la Posta Elettronica Certificata, è un tipo di posta elettronica che, a differenza di una normale e-mail, permette di dare a un messaggio di posta elettronica la stessa valenza di una raccomandata con avviso di ricevimento, garantendo la prova dell’invio e della consegna della suddetta e-mail.

Si tratta di un tipo di posta elettronica molto utilizzato nelle comunicazioni ufficiali, come anche per le e-mail che necessitano di una tracciatura sicura e comprovabile.

Ad essere certificato nella PEC non è solo il recapito effettivo della mail, ma anche il suo contenuto, che può essere inoltre firmato con firma digitale e che, inoltre, può essere criptato al fine di garantire una maggiore riservatezza e integrità.

In questo modo, grazie a questi due strumenti digitali, i messaggi digitali e le e-mail diventano un tipo di comunicazione sicura e, nel digitale così come nel cartaceo, vi è possibilità di riconoscere l’autenticità di un documento o meno.

Corso in Firma Elettronica e Posta Elettronica Certificata

Per aggiornarsi professionalmente rispetto a questi nuovi strumenti digitali della Pubblica Amministrazione, il corso in Firma Digitale e Posta Elettronica Certificata proposto da Beamat è perfetto non solo per aggiornare le proprie conoscenze, ma anche per certificarle.

Questo percorso di aggiornamento mira infatti proprio a fornire le conoscenze relative a questi temi, focalizzandosi sugli aspetti operativi e le caratteristiche legali sia della Firma Digitale che della PEC, sul loro funzionamento, sui certificati, sul ruolo degli enti certificatori, sui protocolli di comunicazione, sull’utilizzo pratico e sui software utilizzati.

Insomma, una preparazione approfondita e a 360° su questi strumenti e sul loro utilizzo, sia teorico/legale che pratico.

Gestione Documentale e Dematerializzazione

La digitalizzazione ha fatto in modo che sempre più processi di lavoro, documenti e messaggi venissero dematerializzati, e siano ora accessibili solo attraverso strumenti e ambienti digitali di vario genere, a seconda del tipo di documento in questione.

Questo implica dover sapere come maneggiare gli strumenti digitali con cui si lavora, come gestire in maniera sicura i dati con cui si entra in contatto e in generale come condurre la propria professione in questo nuovo clima di digitalizzazione e dematerializzazione.

Tutto questo è diventato ancora più importante e fondamentale con l’entrata in vigore del nuovo GDPR, che prevede un’altissima attenzione alla tutela della privacy e alla gestione dei dati personali di tutti, all’interno di qualsiasi ambito professionale, specialmente i più sensibili: e questo, sotto diversi fronti, è il caso anche della Pubblica Amministrazione, che spesso si trova a gestire dati personali anche molto privati.

Come fare dunque a sviluppare le giuste competenze riguardo la digitalizzazione e dematerializzazione, e in generale la nuova gestione documentale nella Pubblica Amministrazione?

Il corso in Gestione Documentale e Dematerializzazione

Anche in questo caso, il possesso di una certificazione valida e che garantisca la conoscenza degli standard legislativi imposti dal nostro Paese è fondamentale.
Per ottenere una qualificazione che sia valida in questo senso, il corso in Gestione Documentale e Dematerializzazione è il modo migliore per aggiornarsi professionalmente, giostrando senza fatica studio e lavoro.

Il corso si propone proprio di fornire tutte le conoscenze in merito a dematerializzazione e gestione documentale nell’era della digitalizzazione necessarie per svolgere il proprio lavoro in linea con il Codice dell’Amministrazione Digitale.
Al termine di questo modulo, i candidati saranno in grado di gestire i documenti, gli atti cartacei, le attività finalizzate alla registrazione e la segnatura di protocollo in pieno “stile digitale”.

Questo sarà possibile grazie allo studio di temi come, ad esempio, la carta nazionale dei servizi, le firme elettroniche, la formazione e gestione dei documenti informatici, la loro immodificabilità, le linee guida per il contrassegno generato elettronicamente e molte altre materie di studio fondamentali per poter continuare a svolgere al meglio il proprio lavoro all’interno della Pubblica Amministrazione.

E-Governance e Amministrazione Digitale

Data appunto la digitalizzazione dei sistemi, quando si parla di Pubblica Amministrazione si parla anche di Codice dell’Amministrazione Digitale, anche detto CAD, e in generale dei nuovi sistemi di governance, detti appunto e-Governance.

Aggiornarsi rispetto a queste normative e nuovi codici è fondamentale al fine di continuare a svolgere la propria professione all’interno della Pubblica Amministrazione, e anche in questo caso una certificazione è il modo migliore per assicurarsi una carriera di successo, anche quando si tratta di professionisti più esperti.

Corso in e-Governance e Amministrazione Digitale

Un corso come quello in e-Governance e Amministrazione Digitale è il modo migliore per aggiornarsi e conseguire le certificazioni necessarie.
Fine di questo corso, quello di approfondire e rafforzare le conoscenze del Codice dell’Amministrazione Digitale e in generale la normativa alla base dell’e-government in Italia.

L’Amministrazione Digitale verrà approfondita rispetto alla gestione amministrativa, i pagamenti elettronici, la fatturazione elettronica, la conservazione, il sistema pubblico relativo alle infrastrutture e i sistemi di sicurezza.

Al termine di questo corso sarà quindi possibile certificare le proprie competenze in merito a seguito del superamento di un esame, al quale gli studenti si prepareranno approfondendo tematiche importanti, come ad esempio i reati commessi sul web, la conservazione digitale, la continuità operativa, il Sistema Pubblico di Connettività e molti altri argomenti fondamentali al fine di avere una preparazione completa e adeguata.

Informazioni e supporto

Per maggiori informazioni rispetto ai corsi di aggiornamento, non esitate a contattarci su formazione@beamat.it. Vi aspettiamo!

Le notizie

Cookies

In base alla normativa in materia di privacy applicabile Beamat S.r.l., titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito, informa l’utente che tale sito web utilizza cookie di profilazione di terze parti al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso. Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa l’informativa cookies completa.